Uccello

Archivio Storico Araldico Italiano

Gli uccelli più frequenti nel blasone sono l’aquila, l’airone, il laniere, l’avvoltoio, l’astore, il falcone, il nibbio, lo sparviero, lo struzzo, il cigno, la cicogna, la gru, l’alcione, l’oca, il merlo, l’anatrella, il merlotto, il pavone, il gallo, il pappagallo, la colomba, la tortora, la gazza, la civetta, il corvo, la rondine, l’usignuolo, l’allodola, la calandra, il cardellino, il picchio, la pernice, la quaglia, lo storno, il passero, etc.

In generale gli uccelli dimostrano altezza di spirito alieno dalle terrene sozzure.

Nel blasone, il volatile lo si blasona (descrive) solamente quando si conosce la razza, diversamente, lo si chiama semplicemente “uccello”.

Protect by Archivio Storico Araldico Italiano.